Quando si può parlare di memoria e di scarsa memoria?

Quando ci si accorge che si “combatte” spesso con il voler ricordare, è giunto il momento di fare qualcosa per conservare e migliorare la capacità mentale

Nel trambusto della vita di tutti i giorni, a volte può capitare che ci dimentichiamo qualcosa o dimentichiamo di prendere un appuntamento. Tale deficit di memoria è spesso una distrazione momentanea. 

Se si dimentica la formula di Pitagora, non bisogna farsi prendere dal panico perché i ricordi utilizzati raramente non sono persi, ma il cervello è sollecitato da informazioni più recenti tenendo in background informazioni meno recenti. In alcuni casi, questo può essere fastidioso, ma è ancora nel fisiologico processo della memoria. 

Si può parlare di scarsa memoria, invece, quando una parte dei ricordi è deteriorata e viene associata anche a problemi di concentrazione. Spesso, non si riesce a seguire discussioni personalizzate, spesso si perde “il filo” e ci si sente personalmente e professionalmente non più in grado di "tenere il passo". A questi problemi, spesso, si uniscono ansia e sbalzi d'umore. 

Quando ci si accorge che si “combatte” spesso con il voler ricordare, è giunto il momento di fare qualcosa per conservare e migliorare la capacità mentale e la qualità della vita.

Contatti
Named S.p.A.
Via Lega Lombarda, 33
20855 Lesmo (MB)
Tel. +39 039 69 85 01
Fax +39 039 69 85 030
info@named.it
Legal notice
P.iva: 00908310964
Capitale sociale: 500.000,00 i.v.
Rea: 1224137
Privacy policy